Tribunale di Pesaro: riammette in servizio sanitario disponendo consulenza tecnica

Gli strali di Speranza si scagliano nei confronti della D.ssa Susanna Zanda, Giudice di Firenze, che ha cassato senza mezzi termini l’obbligo vaccinale, ma la sua botte sanitaria comincia a far acqua da tutte le parti e non è affatto detto che le crepe che si stanno aprendo non diano presto origine ad una vera e propria voragine, nei cui confronti ben poco potrà il nostro ministro della salute.

Al riguardo è interessante ricordare il recente provvedimento del giugno scorso del Tribunale di Pesaro, il quale, riammettendo in servizio un dipendente della locale Unità Sanitaria, ha anche disposto, e questo è l’aspetto importante da cogliere, un Accertamento Tecnico Preventivo, teso ad accertare la pericolosità o meno dei vaccini anti covid mRNA.

A tale fine al Giudice è stata sottoposta una relazione del marchigiano Dott. Raffaele Ansovini.

Nella relazione l’accento viene posto, in particolare, sulla presenza di enzimi che potrebbero avere implicazioni dannose per la salute.

L’azione proposta è tesa ad ottenere l’esonero totale in quanto la parte ricorrente, avendo in precedenza contratto il virus e la malattia, è guarita e deve, quindi, considerarsi immune naturale.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...